Roma Sotterranea visite guidate

Tutti i nostri tour possono essere prenotati privatamente: Rome4u Roma e Lazio x te  può aiutarvi a organizzare Escursioni, Gite e Visite Personalizzate anche in lingua straniera. Offrendo consulenza mirata alle vostre esigenze.


I vantaggi di una visita guidata personalizzata sono notevoli: la guida sarà a vostra intera disposizione, potrete scegliere i siti da visitare prima di prenotare la visita, potrete decidere di apportare alcune modifiche all'itinerario in fase d'esecuzione.
Per consultare le nostre tariffe CLICCATE QUI





Roma Sotterranea e Segreta

I sotterranei affrescati della via Latina
*visita guidata con apertura "esclusiva e straordinaria" su prenotazione dell'area archeologica e sepolcreti ipogei della Via Latina, dei resti della Villa degli Anicii e della Basilica paleocristiana dedicata a Santo Stefano Protomartire
Nei pressi della fermata della metro A Arco di Travertino esiste un’area archeologica di grande impatto emotivo, ancora poco conosciuta al grande pubblico. La via Latina, che collegava Roma con Capua, ancora pavimentata per un lungo tratto dell'antico basolato in selce, conserva su entrambi i lati i resti di monumenti funebri disposti su più piani e con camera sepolcrale sotterranea databili dall’età repubblicana fino all’alto medioevo.  Ammireremo le volte riccamente affrescate e stuccate dei sepolcri dei Valeri e dei Pancrazi, le decorazioni fittili e marmoree delle tombe dei Corneli, dei Calpurni e dei Fortunati. Di grande fascino i resti di una basilica paleocristiana eretta da Demetriade della famiglia degli Anicii, in un settore della loro villa.
Accoglienza e Registrazioni da 30’ prima all'ingresso dell'area archeologica in via dell'Arco di Travertino, 151.



Roma Sotterranea e Segreta

I Sotterranei di San Pasquale Baylon, protettore delle "Femmine e delle zitelle"
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Nel 2000, presso l'ex conservatorio di San Pasquale Baylon, odierno collegio "Sedes Sapientiae", vennero rinvenuti ambienti ipogei che ci mostrano l'evoluzione dell'area di Trastevere, una serie di abitazioni romane trasformate da insulae a domus, con ricchi mosaici ed affreschi e addirittura i resti di una strada romana. Una visita imperdibile per scoprire un altro angolo di Trastevere e conoscere la figura di questo santo di origine spagnola, protettore delle "Femmine", delle "Zitelle" e dei… pasticceri. 
Appuntamento: Via Anicia 12


Roma Sotterranea e Segreta
San Paolo alla Regola e i Sotterranei di Campo dei Fiori
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 20 persone)
Descrizione:
Un’occasione eccezionale per visitare un luogo solitamente chiuso al pubblico.
Un viaggio a ritroso nel tempo attraverso ben quattro fasi di vita che vanno dal I al IV sec. dC. Qui erano gli Horrea Vespasiani affacciati sul fiume, su cui successivamente andarono ad impiantarsi insulae abitative distribuite su più piani d’altezza. Scendendo pian piano raggiungeremo il livello dell’antico percorso stradale che collegava il Circo Flaminio (dove oggi è il Ghetto Ebraico) ai Navalia (antico porto Militare sito presso Palazzo Farnese) e al Tarentum (santuario arcaico sito presso S Giovanni dei Fiorentini). Tutto questo è il fascino dei Sotterranei di Roma, una città parallela spesso sconosciuta anche agli stessi romani.
Accoglienza e registrazioni da 30’ prima Via di S Paolo alla Regola 16, sotto il cinquecentesco Palazzo Specchi



Roma Sotterranea e Segreta
Sotterranei e Mitreo delle Terme di Caracalla
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Scenderemo nei sotterranei di uno dei più grandi e meglio conservati impianti termali dell’antichità, riaperti in via “straordinaria” a gruppi accompagnati da guide abilitate, a cui è riservato il raro privilegio di poterli esplorare.
Un dedalo di gallerie e cunicoli di servizio semibui, ove lavoravano servi e schiavi addetti al funzionamento delle terme, senza creare alcun tipo di intralcio o interferenza con le attività che svolgevano i bagnanti in superficie, a poca distanza dalla loro teste“
I sotterranei conservano al loro interno anche un fastoso mitreo scoperto nel 1912, che risulta essere il più grande tra quelli ritrovati a Roma. Databile al III secolo d.C. si compone di cinque ambienti comunicanti con il piano superiore attraverso una scala. Al centro dell’ambiente principale si trova una fossa rettangolare dove si ritiene che venisse sacrificato il toro, e per questo denominata fossa sanguinis. Grazie ai recenti restauri il mitreo è stato liberato da uno spesso strato di fango, che ha rimesso in luce il pavimento a mosaico e le decorazioni ad intonaco compreso un raro affresco su cui sono raffigurati il dio Mitra e un personaggio munito di fiaccola che tiene nella mano sinistra un disco solare. Rinvenuti, in frammenti, parte del gruppo statuario con la raffigurazione di Mitra nell’atto di uccidere il toro ed un altare.
Accoglienza e Registrazioni da 30’ prima, in via delle Terme di Caracalla, presso l’ingresso delle Terme


Roma Sotterranea e Segreta
Ipogeo di Via Livenza
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 20 persone)
A pochi passi dalla Via Salaria, dietro al cancello di un garage dismesso si cela un sito ipogeo affascinante, quanto ambiguo.
Davanti i nostri occhi vedremo apparire uno spettacolo di colori e sfondi boschivi che accolgono la Dea Diana e le sue ninfe che sembrano volersi immergere nella sottostante vasca dalla forma rettangolare con i gradini per immersione.
Trattasi di ninfeo? O di fonte battesimale?
Alcuni studiosi ipotizzarono il luogo come santuario per un culto misterico i cui riti si fondavano sull'immersione .
Accoglienza e registrazioni da 30’ prima, in Via Livenza 4 (traversa di via Po)


Roma Sotterranea e Segreta
Case romane sotto la basilica dei SS Giovanni e Paolo al Celio
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Sul lato Ovest del Celio, a poca distanza dal Colosseo e dal Palatino, in un’area relativamente ristretta si trovano numerose chiese di notevole importanza, come la basilica dei SS Giovanni e Paolo databile al  V secolo, e costruita sui resti della casa forse appartenuta ai due santi martirizzati sotto Giuliano l’Apostata. La chiesa custodisce al suo interno opere di artisti  come Antoniazzo Romano e il Pomarancio. Mentre nei suoi sotterranei si snoda un suggestivo percorso di case romane splendidamente decorate da affreschi ben conservati databili tra il III e il IV sec. d.C. 


Roma Sotterranea e Segreta
I sotterranei di S Cecilia in Trastevere e gli affreschi medievali ritrovati nel Coro di Clausura 
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
La tradizione vuole che la basilica di IX sec. sia stata edificata sopra ai resti dell’antico Titulus Caecillae, appartenuto a S. Cecilia. La sottostante area archeologica rivela un’interessantissima stratigrafia di resti di più costruzioni, da una domus di età repubblicana fino ad un insula di epoca imperiale. Nei sotterranei è anche presente il luogo identificato come l’antico balneum in cui secondo la tradizione, la Santa fu martirizzata. Si narra che nel 1599, il suo corpo fu miracolosamente ritrovato intatto con il capo leggermente reclinato. Stefano Maderno scolpì una statua che riproduce il corpo della santa nella stessa posizione in cui venne trovato durante gli scavi dell’antica basilica. Fra le opere d’arte presenti nel complesso basilicale ricordiamo il mosaico absidale tipico della tradizione Carolingia (IX sec), il ciborio di Arnolfo di Cambio (XIII sec) nel presbiterio e i magnifici affreschi del Cavallini ritrovati nella contro facciata del coro delle monache di Clausura durante i restauri dei primi del 900'. 
* il Coro della chiesa dove si trovano gli emozionanti affreschi medievali di Pietro Cavallini (XIII sec) apre al pubblico solo il sabato mattina

Appuntamento:  Piazza Santa Cecilia in Trastevere.


Roma Sotterranea e Segreta
L’Insula dell’Aracoeli e il colle del Campidoglio
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
L’associazione Roma e Lazio x te ha richiesto ed ottenuto l’apertura straordinaria
dell’insula dell’Ara Coeli situata alle pendici del colle Capitolino. Rara e complessa
testimonianza di una palazzina abitativa di epoca imperiale, riportata alla luce durante la costruzione del Vittoriano, nei primi anni del 900’. Il fatto stesso che l’insula sorgesse nel cuore rappresentativo della città ha reso la sua scoperta ancor più suggestiva. Disposta su più piani e suddivisa in numerosi appartamenti che andavano via - via restringendosi man mano che si saliva d’altezza, conserva nel pianterreno delle tabernae per la vendita di merci. I piani superiori vennero trasformati in epoca medievale per ospitare la piccola chiesa di S Biagio de Mercato di cui rimane il campanile ed alcuni affreschi.
La visita curata da un’archeologa specializzata ci porterà alla scoperta non solo dell’insula ma dell’intero Colle Capitolino, affacciato come un’Acropoli sul Foro Romano.
Appuntamento: Piazza dell'Aracoeli, presso la parte bassa della scalinata


Roma Sotterranea e Segreta
Lo Stadio di Domiziano nei sotterranei di Piazza Navona 
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Visiteremo anche i resti dell'Odeon e del teatro di Pompeo
Dopo lunghi lavori di restauro e messa in sicurezza, sono stati finalmente riaperti al pubblico i resti ipogei dello Stadio di Domiziano posti al di sotto di Piazza Navona. Unico esempio di stadio presente a Roma, fu costruito per volere dell’imperatore Domiziano nel 86 dC per ospitare i giochi "Agonali", competizioni ginniche, precedute da gare letterarie e concerti musicali ospitati nel vicino Odeon per accompagnare l'eccitazione delle tifoserie. Tipiche espressioni del genio architettonico dei romani, circhi, stadi e teatri caratterizzavano il paesaggio urbano della città. Fra i teatri il primo in muratura fu quello di Pompeo, inaugurato nel 55aC, dove si assisteva a spettacoli così sublimi che le stesse tragedie e commedie, nonostante il passare dei millenni, sono ancora oggi messe in scena riscuotendo grandi successi. Ma i romani amavano anche trascorrere le notti ubriacandosi nelle popine, giocando d’azzardo e frequentando i molti lupanari. Passeggiando dai Sotterranei dello Stadio di Domiziano al Teatro di Pompeo, rivivremo le storie che questi luoghi, ancora oggi, evocano fra le pietre delle loro rovine.
Appuntamento: Via di Tor Sanguigna 3 (angolo via G Zanardelli)

Roma Sotterranea e Segreta
L’acquedotto Virgo e il Percorso dell’Acqua
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Realizzato nel 19 a.C. per rifornire le terme di Agrippa nel Campo Marzio, unico degli 11 antichi acquedotti romani ad essere tutto sotterraneo continuerà a portare acqua in città anche dopo il 537, quando Vitige interrompe gli altri acquedotti che giungevano a Roma su arcate. Restaurato e potenziato dai papi del rinascimento andrà ad alimentare palazzi nobiliari e numerose fontane pubbliche. La nostra visita inizierà presso il santuario della Madonna del Pozzo, per poi discendere al Castellum Aquae di Vicus Caprarius, serbatoio in cui veniva convogliata l'acqua che entrava in città da nord passando attraverso il Collis Hortulorum (colle Pinciano) e via dei Condotti. La visita terminerà con l’illustrazione delle tormentate vicende che hanno accompagnato la costruzione della più famosa di tutte le fontane: “Fontana di Trevi”, mostra finale dell’acquedotto Vergine.
Appuntamento: Via di Santa Maria in Via (angolo Via del Tritone). Presso entrata Madonna del Pozzo


Roma Sotterranea e Segreta
S Sebastiano Fuori le Mura, le Catacombe e il giro delle sette chiese
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 25 persone)
Il complesso archeologico di S. Sebastiano Fuori le Mura sorge nel tratto iniziale dell’Appia, antica via consolare. Il sito denominato “ad catacumbas" ossia “presso l’avvallamento” di cave di pozzolana e gallerie arenarie, utilizzate fin dal I sec d.C per collocarvi sepolture a loculo. Secondo la tradizione, i cristiani nel III sec d.C vi trasferirono temporaneamente le spoglie di S Pietro dal cimitero del colle Vaticano e di S. Paolo da quello della Via Ostiense per proteggerli dalla ferocia dell’imperatore Valeriano. In Epoca Costantiniana (IV sec d.C), per onorare quel luogo si darà inizio alla Costruzione della Basilica Apostolorum. Dedicata successivamente a S. Sebastiano, sepolto nella catacomba che da lui prende il nome a partire dal VI secolo. Oggi, la Basilica, ci appare diversa dalla costruzione Costantiniana, perché completamente rimodellata nei primi anni del 1600 per volere del cardinale Scipione Borghese, su progetto di Flaminio Ponzio e sotto la direzione artistica di Guido Reni e di Giovanni Vasanzio.La visita fa parte di un ciclo che l’associazione Rome4u § Roma e Lazio x Te dedica al “Giro delle sette chiese” istituito nel XVI sec. da S Filippo Neri “il santo della Gioia”, che per invogliare il popolo romano alla pratica religiosa, organizzò un pellegrinaggio che univa momenti di preghiera ad altri di svago. Il percorso toccava oltre alle quattro basiliche papali, anche S Croce in Gerusalemme e S Lorenzo fuori le mura chiese allora immerse nella campagna romana.Docente: Michela RosciOrario d’inizio: h 11.00 (Accoglienza e registrazioni da 30’ prima). Appuntamento: Via Appia antica 136Come arrivare:bus 118 dalla stazione metro ‘B’ Piramide; bus 218 dalla stazione metro ‘A’ San Giovanni; bus 660 dalla stazione metro ‘A’ Colli AlbaniContributo associativo: €8 adulti; €4 (13-17); €2 (6-12); gratis (0-5)+ biglietto d'entrata adulti €8, €5 (6-15 anni), gratis (0-5)Sconti: 2 euro di sconto a chi partecipa a 2 visite organizzate dalla nostra associazione durante la  stessa settimana. Se interessati, potrete trovare le informazioni relative alle altre visite in programma sul nostro sito: http://romaelazioperte.blogspot.itPrenotazioni: romaelazioxte@gmail.com; o via sms al nostro accompagnatore , indicando data e titolo della visita, nome e cognome di chi effettua la prenotazione, nr. di partecipanti (specificando eventuale età di bambini), nr. di cellulare e indirizzo mail. La prenotazione è  indispensabile per ricevere conferma e x essere ricontattati in caso di variazioni.


Roma Sotterranea e Segreta
Mitreo del Circo Massimo e l’Ara Massima di Ercole al Foro Boario
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 18 persone)
Scoperto casualmente agli inizi del secolo scorso in seguito a lavori di edilizia, è meglio conosciuto come Mitreo del Circo Massimo per la vicinanza alle carceres poste sul lato corto occidentale del Circo, e da dove partivano i carri da corsa. I mitrei erano sede di un culto misterico importato dall’Oriente, che ebbe la sua massima diffusione a Roma nel III secolo dC. Da un piccolo vestibolo si accede allo spelaaeum, santuario vero e proprio nel quale avveniva l’incontro con il dio Mitra attraverso vari gradi d’iniziazione, mentre la tauroctonia, il mito del sacrificio del toro, è rappresentato in due bassorilievi di ottima fattura artistica. La nostra esplorazione continuerà con la visita ai resti archeologici dell’Ara Massima di Ercole e della Statio Annonae incorporati nella chiesa di S Maria in Cosmedin, e dei templi di Portunus e Ercole Vincitore al Foro Boario.
Appuntamento: Piazza della Bocca della Verità 16°


Roma Sotterranea e Segreta
Il Sepolcro degli Scipioni
*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del sito (max 12 persone)
Riaperto al pubblico dopo circa 10 anni di chiusura, il sepolcro della più illustre famiglia senatoria romana. Collocato presso la via Appia, strada consolare simbolo dell’espansione imperialistica romana, il sepolcro, interamente scavato nel tufo a partire dal 298 aC, presenta sei gallerie entro le quali vennero ricavate le nicchie destinate a contenere i sarcofagi. La ricca serie di iscrizioni testimonia la lunga storia degli Scipioni dal capostipite Lucio Cornelio Barbato a Scipione Emiliano, che concluse trionfalmente la terza guerra punica con la distruzione di Cartagine. Fra le figure femminili spicca quella di Cornelia, figlia dell’Africano e madre dei famosi tribuni della plebe Tiberio e Gaio Gracco. Assente la tomba dell’Africano ritiratosi in volontario esilio dopo essere stato ingiustamente accusato di essersi indebitamente appropriato dell’indennità di guerra, pronunciando la famosa frase: “Ingrata Patria, non avrai le mie spoglie"
AppuntamentoVia di Porta San Sebastiano 18, presso il Museo delle Mura dove è posta la biglietteria x accedere al sepolcro


Roma Sotterranea e Segreta
Il Lago Sotterraneo di Palazzo della Cancelleria e la sala dei 100 Giorni del Vasari

*Visita guidata con prenotazione obbligatoria per l'apertura straordinaria ed esclusiva del salone dei 100 giorni, e della zona archeologica posta sotto la chiesa di S Lorenzo in Damaso. 
Si narra che il palazzo della Cancelleria Apostolica fu costruito dal cardinal Riario grazie alle vincite di una singola notte di gioco. Alla sua realizzazione (1485-1515) contribuirono diversi architetti fra cui Andrea Bregno e Donato Bramante, al quale sono attribuiti anche l’esecuzione del bellissimo cortile rinascimentale e il restauro della contigua chiesa di S Lorenzo in Damaso. Nel 1546 il cardinal Alessandro Farnese commissionò a Giorgio Vasari di celebrare la memoria di papa Paolo III Farnese decorando ad affresco la volta del salone centrale del palazzo, opera che il Vasari si vantò di aver eseguito in solo 100 giorni. Scavi sotto al palazzo (1988- 91) hanno rivelato i resti di un sepolcreto cristiano e le vestigia di una grande basilica paleocristiana che la tradizione vuole costruita sulla Domus di Papa Damaso I (305-384), al di sotto di essa sono un mitreo e il sepolcro di Aulo Irzio sommerso dalle acque di un laghetto color smeraldo, profondo dai 3 ai 6 metri, alimentato dall’Euripus, canale proveniente dallo Stagno di Agrippa.
*Una visita imperdibile che prevede la prenotazione e il pagamento anticipato per l’apertura straordinaria del salone dei 100 giorni e della zona ipogea
Appuntamento: da 30' prima, davanti l’entrata di Palazzo della Cancelleria, in piazza della Cancelleria (zona Campo dei Fiori).














Nessun commento:

Posta un commento

Non è permesso fare pubblicità sul nostro sito
Non è permesso cercare e offrire prestiti
Non è permesso lasciare commenti offensivi

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.